Blog Post

News from us
28 settembre 2009

Metallized_Re-evolution

Scum: “Re-evolution”, una band e un demo affidabili e concreti fatti di esperienza e convinzione per un lavoro sostanzialmente Thrash che si presenta curato nella grafica ed accettabile come incisione, anche considerando qualche pecca che evidenzierò più in là.

Il Cd è aperto da “Trapped in the Borderline”, radici negli anni 90 ed headbanging garantito, base ritmica quadrata e possente, chitarre “giustamente” taglienti e voce aggressiva, insomma, tutti gli ingredienti necessari per cucinare un onesto pezzo fatto per far ballare la capoccia come si deve.

Si prosegue con “Blood to Blood” e “They hate Us”, pezzi in grado di non far calare la tensione e farci apprezzare anche una discreta tecnica che i Grossetani sono in grado di mettere in campo; opportuna il rallentamento verso lidi mid-times rappresentati da “For you Again”, ottimo pretesto per sentire la voce della guest Francesca Faneschi – impegnata anche per ciò che attiene alla veste grafica di “Re-evolution” – che crea un piacevole contrasto con quella del singer Leonardo, ondeggiando piacevolmente tra le armonizzazioni create dalle chitarre.

 

Si riprende a correre con “Behind my Eyes” e “Through you”, nelle quali si possono apprezzare anche i soli delle asce, privi si di spunti particolari, ma sempre piacevoli e “dentro” il brano, per andare poi a chiudere con “Just a reason”, ancora le chitarre acustiche a cucire il brano giocando sul contrasto con la ruvida voce solista.

Un lavoro complessivamente buono, le cui pecche vanno ricercate nella registrazione talvolta perfettibile, con un suono un po’ troppo soffocato, e nella voce di Leonardo, priva della duttilità necessaria ad evidenziare in maniera più marcata taluni passaggi acustici ed altri che si sarebbero giovati maggiormente di una voce in grado di dare più “colore” a certe situazioni armoniche; manca forse anche un potenziale hit in grado di attirare l’attenzione da parte di una frangia di pubblico maggiore, tutte mancanze che , di solito, questo tipo di gruppo riesce a mascherare bene in sede live, ma al di là di queste mancanze, si tratta di un lavoro positivo.

review link

Leave a Reply

Entropic 1.0 // Entropic 1.0 (EP)
  1. Entropic 1.0 // Entropic 1.0 (EP)
  2. Becoming Heavier // Entropic 1.0 (EP)
  3. Mental Delay // Entropic 1.0 (EP)